Infocamere - la società delle Camere di Commercio Italiane che realizza servizi digitali e agisce per la semplificazione del rapporto tra imprese e pubblica amministrazione – ha circa 1000 addetti e siti a Padova, Milano, Roma e Bari.
Con la recentissima acquisizione di DigiCamere le lavoratrici e i lavoratori del sito di Milano sono passati da 30 a oltre 200.
Al termine della trattativa, è stato siglato l’accordo integrativo, poi approvato dalla stragrande maggioranza de lavoratori del gruppo, che contiene punti importanti nella direzione del miglioramento delle condizioni di lavoro e di vita.
Tra questi, l’innalzamento della percentuale per poter richiedere il part-time e, soprattutto, l’introduzione della flessibilità oraria, con prestazione di lavoro minima di sette ore al giorno e recupero su base mensile.
Sul versante economico, alla voce “premio di risultato” viene introdotta una quota uguale per tutti, oltre a 200 euro in più sulla piattaforma aziendale rispetto a quanto previsto dal Contratto Nazionale per quanto riguarda il welfare.
Passi avanti anche rispetto al grande tema della salute: tutti i lavoratori potranno usufruire di un piano migliorativo rispetto a quello previsto da contratto.
Simona, delegata di Infocamere Milano, è orgogliosa del risultato ottenuto: “La trattativa si è svolta quando a Milano eravamo solo una trentina, eppure siamo riusciti ad andare ben oltre il precedente contratto, anche grazie alla collaborazione con i delegati delle altre sedi. Ora, con l’arrivo dei colleghi di Digicamere rafforzeremo la nostra presenza sindacale in azienda con l’obiettivo di fare sempre meglio in futuro”.

Milano, 6 febbraio 2020

 

 

 

 

Vai all'inizio della pagina