Da un po’ di tempo alla Thales Alenia Space di Gorgonzola, 180 dipendenti che studiano e progettano i sistemi inseriti all’interno dei satelliti, si respira un’aria pesante.
C’è stata, sostengono i rappresentanti dei lavoratori, una brusca e brutta “inversione a u” rispetto agli storici rapporti tra le parti del recente passato: dal confronto, infatti, l’azienda è passata all’accanimento.
La ciliegina sulla torta è arrivata due giorni fa quando, dopo i licenziamenti individuali effettuati nei siti di Roma e l’Aquila, la decisione di licenziare una lavoratrice è stata presa dal gruppo dirigente di Gorgonzola.
Netta la reazione dei lavoratori: l’affollata assemblea che si è tenuta ieri, infatti, ha proclamato per domani uno sciopero di due ore con presidio davanti ai cancelli dell’azienda.
La richiesta è, ovviamente, il ritiro del licenziamento, il ripristino di dignitose relazioni e la creazione di un clima più sereno.
Non è infierendo sui lavoratori che si gestisce un’azienda.

GIOVEDI’ 6 FEBBRAIO, DALLE ORE 10.00 ALLE ORE 12.00
LAVORATORI IN SCIOPERO E PRESIDIO DAVANTI AI CANCELLI -  VIA MATTEI, 1 GORGONZOLA

 Milano, 5 febbraio 2020