D’estate, tendenzialmente, fa caldo. Ma se sei un operaio della Bonetti Acciai e lavori il ferro alla temperatura esterna si somma quella prodotta dai macchinari e la situazione diventa davvero insopportabile.

Si, perché nei reparti produttivi  dei due siti di Lainate e Cantalupo nelle giornate da “allarme caldo” il termometro raggiunge gradazioni insostenibili tali da mettere a rischio la salute e la sicurezza dei lavoratori.

A nulla sono valse, fino ad ora, le segnalazioni fatte all’azienda: il gruppo dirigente (che, ovviamente, sta in una palazzina con aria condizionata) a quanto pare, pensa di risolvere il problema distribuendo acqua.

Per “convincere” l’azienda a intervenire e ottenere condizioni di lavoro dignitose, gli operai della Bonetti Acciai hanno deciso di scioperare per due ore a fine turno nelle giornate di giovedì 25 e venerdì 26 luglio.

Milano, 24 luglio 2019

 

Vai all'inizio della pagina