Industria 4.0: un argomento di cui molto si parla in astratto ma la cui “traduzione” nel concreto funzionamento delle aziende e nelle condizioni delle lavoratrici e dei lavoratori è ancora poco indagata.

La ricerca che trovate in allegato, curata dalla Fondazione Claudio Sabattini in collaborazione con la Fiom di Milano, e che è stata presentata il 29 maggio all'Università di Milano Bicocca, è stata un lavoro sul campo durato più di un anno e mezzo.

Si è partiti da un percorso partecipativo che ha coinvolto fin dalla fine del 2017 i delegati sindacali della Fiom di Milano, con i quali si sono condivisi gli obiettivi della ricerca, facendoli prima di tutto avvicinare alla nuova idea di produzione industriale automatizzata e interconnessa attraverso seminari e incontri.

L'inchiesta si è poi trasformata in un vero e proprio viaggio all'interno dei luoghi di lavoro, per cogliere, intervistando lavoratori e delegati sindacali, il loro autonomo punto di vista rispetto ai cambiamenti in atto.

Non ci siamo limitati, quindi, a far riempire ai lavoratori dei questionari, ci siamo fatti raccontare dettagliatamente le loro giornate lavorative, la loro organizzazione, il loro stato d'animo in un mondo del lavoro che sta cambiando ad una velocità mai vista prima.

Sono stati coinvolti lavoratrici e lavoratori di aziende molto rilevanti nel panorama dell'industria milanese e non solo: ABB, Alstom Transport, Engie, Fpt Industrial,  Kone, Ibm, NTT Data, Italtel, Fluid-o-Tech, Mapal, StMicroelectronics, Siemens, Thales Alenia Space, Sirti.

  IL VIDEO PROIETTATO NEL CORSO DELLA PRESENTAZIONE

 

Attachments:
FileDescriptionFile size
Download this file (Gaddi_Bicocca_29maggio.pdf)Gaddi_Bicocca_29maggio.pdf 3040 kB
Download this file (Intervento di Andrea Montanari.pdf)Intervento di Andrea Montanari.pdf 103 kB
Vai all'inizio della pagina