Salvi & C. di Milano
L’azienda vuole licenziare 44 lavoratori su 61: è assemblea permanente.
Mercoledì 13 giugno presidio davanti ad Assolombarda

Sono 61 i lavoratori della Salvi di Via Cosenz (azienda del gruppo Sicame), ma l’obiettivo dell’impresa è ridurli a 17, con l’aggravante della presa in giro.
Come altro definire, infatti, ciò che a poche ore dall’avvio della procedure di licenziamento per 44 persone il Direttore Generale ha scritto ai lavoratori: “Nel processo di trasformazione in atto, la Salvi & C. Spa è confermata quindi struttura strategica, che vedrà rafforzare il proprio marchio e il proprio ruolo all’interno della Business Unit Sicame Trasmission, grazie alla consolidata esperienza maturata nel settore con più di 450 omologazioni e qualificazioni presso i principali enti elettrici mondiali”.
Così mentre l’impresa “si adopererà nelle sedi opportune per cercare di trovare le soluzioni migliori per i lavoratori coinvolti” (sempre dalla comunicazione al personale dell’11 giugno), i lavoratori tutti e non solo quelli “coinvolti” hanno deciso di l’assemblea permanete all’interno dello stabilimento e un presidio in occasione del primo incontro per discutere degli annunciati licenziamenti.

MERCOLEDI’ 13 GIUGNO. DALLE ORE 10.30 ALLE ORE 13.00
I LAVORATORI DELLA SALVI MANIFESTANO DAVANTI ALLA SEDE DI ASSOLOMBARDA, IN VIA PANTANO, 9 A MILANO

Milano, 12 giugno 2018

Vai all'inizio della pagina