Jone Bagnoli è scomparsa ieri, a 92 anni, dopo una lunga e intensa vita di impegno per conquistare e difendere i diritti dentro e fuori i luoghi di lavoro.
Militante e dirigente politica e sindacale, dopo l’esperienza nella Federazione milanese del Pci, nel 1953 inizia il suo percorso alla Camera del Lavoro di Milano come componente della commissione femminile per poi approdare, nel 1960, alla Fiom diretta da Giuseppe Sacchi negli anni della grande lotta degli elettromeccanici per il rinnovo del contratto e della battaglia per la parità salariale.
Per Jone l’impegno nel sindacato, in particolare per i diritti delle lavoratrici, si è sempre accompagnato alla partecipazione convinta alle grandi battaglie civili, dal divorzio all’aborto.
Nel 1978 Jone Bagnoli fu la prima donna ad essere eletta nella segreteria della Cgil Lombardia, carica che ricoprì fino al 1985.
Jone è stata fino alla fine osservatrice attenta e protagonista della vita politica, sociale e culturale di questa città, e noi la vogliamo ricordare per il sua intelligenza, la sua passione e la sua netta scelta di campo.

Milano, 20 novembre 2019

 

Search

Vai all'inizio della pagina